Malachite

by Monte Ossa

/
  • Compact Disc (CD) + Digital Album

    Limited to 25 hand-numbered copies. Ships from Italy.
    .
    — High quality semi-transparent silver CDr housed in a 'rustic' hand-decorated cardboard sleeve.
    — Professionally printed cover photo.
    — Black cardboard insert with track list, label's logo, credits & extra photos.
    — Transparent plastic envelope.

    Includes unlimited streaming of Malachite via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 7 days
    edition of 25  1 remaining

      €6 EUR or more 

     

  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

    Includes digital booklet.
    Purchasable with gift card

      €4 EUR  or more

     

1.
2.
05:56
3.
4.
08:45

about

[for Italian readers, full album exploitation written by the artists]

Il secondo capitolo di Monte Ossa prende spunto da uno dei passi più misteriosi dei tre vangeli sinottici (dal greco syn, "insieme", e opsis, "visione", ovvero i Vangeli di Matteo, Marco e Luca): la trasfigurazione del Cristo. Gesù prende da parte tre apostoli, Pietro, Giacomo e Giovanni e li porta in cima ad un monte dove avviene un fatto straordinario: si mostra "vestito di luce", ovvero il suo corpo diventa più luminoso del Sole stesso, e accanto a lui appaiono Elia e Mosè; questo particolare è collegato ai sei gradi di elevazione: "sei i tre gradi principali dell'ascesa, in corrispondenza ai sei giorni durante i quali Dio creò il mondo e nel settimo si riposò; e così l'uomo, il microcosmo, attraverso i sei gradi delle illuminazioni progressive, viene condotto in maniera ordinata alla quiete della contemplazione". A questa ascesa alludevano i sei gradini per i quali si saliva al trono di Salomone [cf. 1Re 10, 19]; sei ali avevano i Serafini che vide Isaia [cf. Is 6, 2]; dopo sei giorni Dio chiamò Mosé dalla caligine [Es 24, 16], e Cristo dopo sei giorni, come attesta Matteo, condusse i discepoli sul monte, ove si trasfigurò davanti ai loro occhi [Mt 17, 1]." (Itinerarium mentis in Deum, cap. I). La malachite è collegata a un grande numero di leggende, soprattutto per il suo legame simbolico con le figure femminili nelle varie mitologie. La malachite in Egitto veniva utilizzata per onorare la dea Hathor, in Europa Freya e in Grecia Afrodite. Questa pietra, però, non è legata solo alle dee: le sono state attribuite anche altre proprietà, come ad esempio la capacità di stimolare il senso estetico, la sensualità e la bellezza. Si dice che, indossando una malachite, le entità negative restano lontane. Questa pietra dal sistema cristallino monoclino, se indossata crea una sfera di protezione.

Il paradigma organico è un concetto di trans-figurazione sonora, di maschile e femmineo, dove il sax e i nastri di Francesco Calandrino (Operazione Nafta e un elenco smisurato di collaborazioni, tra cui Amy Denio e Jean Marc Montera) e Sergio Albano (Grizzly Imploded, Amklon, Drowning in Wood, collaborazioni con Rhys Chatham e Tetuzi Akiyama) alla chitarra elettrica in alluminio vengono resi totalmente interscambiabili e irriconoscibili. Una discesa negli abissi più reconditi della natura umana, una continua oscillazione tra bestialità e anelito al divino registrata rigorosamente priva di effetti digitali: l’immagine dell’uomo che la psicologia moderna ci presenta non è solo frammentaria, è miserabile. In realtà l’uomo è come sospeso tra l’animalità e la divinità; ora il pensiero moderno, filosofico quanto scientifico, non ammette altro che l’animalità. Noi vogliamo invece correggere e completare l’immagine dell’uomo insistendo sulla sua divinità. Questo crediamo di poter chiamare, in un linguaggio simbolico, la "trasfigurazione dell’uomo".

Un mondo in declino. Un bimbo gioca in quello che era un ospedale in disuso, ritrova una scheggia di malachite, attratto dai riflessi verdastri della pietra l’avvicina a sé per guardarla meglio e poi esclama ad alta voce: “questa pietra durerà più di me!”. Il disco è la colonna sonora racchiusa in quella pietra.

— Monte Ossa


reviewed by
Suoni Distorti (Italian) bit.ly/2BIUXh5

credits

released January 30, 2019

[SAH017]

Monte Ossa
Sergio Albano : aluminium guitar + objects + vocals
Francesco Calandrino : saxophone + manipulated tapes

**no digital devices have been used while recording and editing this album // all sound sources are analog instruments or everyday objects**

artwork by Giovanna Del Gatto

license

all rights reserved

tags

about

Sounds Against Humanity Italy

Sounds Against Humanity is a microlabel based in northern Italy that focuses on limited runs of CDs and tapes. It releases ambient, drone, experimental, noise, dark ambient and minimal music.

Shipping: €4 worldwide

** not accepting submissions **
... more

contact / help

Contact Sounds Against Humanity

Streaming and
Download help

Shipping and returns

Redeem code

If you like Malachite, you may also like: